Domande e Risposte - The Marriage Course
MG

Domande e Risposte

TMC domande
coppia eserc

Per chi intende partecipare

In questa sezione sono riportate alcune domande e risposte frequenti riguardanti la partecipazione ad un The Marriage Course (TMC) in Italia.

Quanto costa partecipare al corso?

La quota di partecipazione al TMC in qualsiasi parte d’Italia è di 20 euro a coppia, complessivi. Questa quota è a rimborso delle spese sostenute dalla coppia ospitante per i materiali del corso (manuali partecipanti e decorazioni). Aperitivo, cene e dessert sono invece offerti completamente dalla coppia ospitante.

Sono previsti lavori o discussioni di gruppo?

No. Il dopo cena è organizzato con dei DVD alternati da momenti di esercizi rigorosamente di coppia, mai di gruppo. L’unico momento in comune tra le tre coppie partecipanti e quella ospitante è a tavola. Ma è una conversazione libera, non guidata, leggera.

Siamo una coppia convivente, possiamo partecipare?

Certamente. Il corso è adatto a tutte le coppie purché stabilmente conviventi. Va bene quindi per coppie sposate, non sposate, conviventi, o risposate.

Siamo una coppia risposata, possiamo partecipare?

Certamente. Il corso è adatto a tutte le coppie purché stabilmente conviventi. Va bene quindi per coppie sposate, non sposate, conviventi, o risposate.

Siamo fidanzati, possiamo partecipare?

Il TMC non è un corso per fidanzati. Potete partecipare solo se siete conviventi da qualche tempo (convivenza stabile).

Dove si svolge il corso?

In Italia, il TMC si svolge esclusivamente nelle case di coppie di sposi (coppie ospitanti).

E' possibile rifare il corso una seconda volta?

Si è possibile. Questo perché la coppia nel tempo cambia, cresce, matura alcune esperienze e sensibilità. E’ tipico che nel partecipare una seconda volta a distanza di qualche anno, riscopra o comprenda cose completamente nuove rispetto all’esperienza precedente.

Come trovare un corso?

E’ facile. Controlla la mappa dei corsi nella sezione “Trova un corso” di questo sito Internet.

Come contattare una coppia ospitante?

Cliccando sul segnaposto di una coppia all’interno della mappa dei corsi, troverete un indirizzo email da contattare e a cui chiedere per avere i contatti della coppia ospitante.

tazza e candela

Per chi intende ospitare

In questa sezione sono riportate alcune domande e risposte frequenti riguardanti l’attivazione e l’organizzazione di un The Marriage Course (TMC) in Italia.

Quante persone invitare?

Tre coppie. Il TMC nel contesto italiano è pensato per tre coppie partecipanti.

Perché le coppie ospitanti devono essere sposate?

Diversamente dalle coppie partecipanti, le quali possono essere sposate, non sposate, conviventi, risposate, credenti o non credenti,  il TMC può essere offerto solo da coppie di sposi cristiani con il Sacramento delle Nozze (per i corsi nel contesto cattolico).

Il TMC ha tra le sue finalità principali quello di aiutare le coppie di sposi ospitanti a crescere nella consapevolezza della propria identità sacramentale (sono segno e ripresentazione di Gesù vivo) e della loro missione, l’evangelizzazione. Invitando nella casa, sono per le coppie partecipanti possibilità di incontro con l’amore di Gesù, e non attraverso parole, prediche e discorsi, ma gesti di amore, di accoglienza, di ascolto.

Perché una ottava cena nel corso cattolico?

Perché nelle prime sette (identiche in tutto il mondo) si riflette e si propone un percorso di crescita nella relazione uomo-donna, mentre nell’ottava si annuncia la pienezza dell’amore umano realizzata da Gesù, offrendo una prima introduzione al percorso sacramentale, in particolare per la Riconciliazione, il Matrimonio e l’Eucaristia.

Il corso aiuta quindi a risvegliare e motivare le coppie ospitanti nel loro essere dono a servizio della Chiesa, con grandissimi frutti in termini di prima evangelizzazione per le coppie ospitate. Il The Marriage Course funziona infatti particolarmente bene e risulta invitante per coppie lontane da percorsi di fede.

Abbiamo frequentato un Weekend di Training ma nella nostra zona non ci sono corsi attivi o in preparazione. Cosa dobbiamo fare?

Organizzate un corso pilota. I corsi pilota hanno lo scopo di provare il corso e di ottenere l’abilitazione come “coppia ospitante”. Per questo motivo è preferibile che ai corsi pilota partecipino coppie di sposi conosciute dalla coppia ospitante, consapevoli del fatto che si stratta di una “prova”.

Siamo una coppia di sposi che ha partecipato ad un TMC. Ora vorremmo cominciare ad ospitare i corsi a casa nostra. Cosa dobbiamo fare?

Dovete prima partecipare ad un Weekend di Training. Fatto questo, potrete richiedere l’abilitazione come coppia ospitante.

E' possibile ricevere i materiali senza frequentare un Weekend di Training?

No, non è possibile. I materiali sono distribuiti solamente alle coppie che hanno frequentato il Weekend di Training (Starter Pack) e che sono diventate coppie ospitanti abilitate (le successive ricariche, TMC pack).

Siamo una coppia ospitante abilitata. Una coppia di amici ci ha chiesto se possiamo prestare qualche DVD del corso. Vorrebbero utilizzare parte dei video per dei corsi fidanzati o delle catechesi in parrocchia. E' possibile?

Assolutamente no, non è possibile. Le coppie ospitanti sono tenute a non prestare, divulgare e copiare i DVD del The Marriage Course. I DVD sono stati pensati e realizzati solamente per utilizzo all’interno di un The Marriage Course. Estrarne qualche parte o adattarli ad altre iniziative significherebbe cambiarne il contesto, con il rischio di svilirne i contenuti e l’efficacia, fino a dare una immagine distorta e negativa dell’intera iniziativa, a scapito delle numerose coppie di sposi che in futuro potrebbero invece beneficiare di questo corso.

I DVD sono inoltre coperti da copyright Alpha International. L’utilizzo in Italia è concesso solamente alle coppie ospitanti autorizzate dalla Fondazione Famiglia Dono Grande (coppie ospitanti abilitate).

Un appartamento di 90 mq consente alle coppie di avere i giusti spazi per la riflessione o sono necessari ambienti più grandi?

90 mq sono più che sufficienti. Ad esempio, una coppia in cucina, una o due in salotto (sufficientemente separati), una in corridoio. Alcune coppie creano un angolino/salottino nella camera degli sposi, in taverna, sui gradini di una scala. Spazio alla fantasia !!!

Siccome abbiamo la possibilità di spazio all'aperto, possiamo sistemare i tavoli su un punto del giardino e proiettare il DVD sotto il portico?

L’idea del giardino è molto bella, l’importante è che non sia dispersivo e riusciate a creare, magari con luci adatte o candele, un’atmosfera romantica. E’ inoltre importante che non vi siano motivi di disturbo, tipo vicini rumorosi o una strada trafficata.

Una delle coppie partecipanti non ci assicura di poter esser disponibile sempre lo stesso giorno della settimana. Possiamo spostare l'incontro in base alle loro esigenze?

Certamente, cambiare il giorno della settimana per venire incontro alle esigenze dei partecipanti è sempre possibile, purché non crei problemi alle altre coppie e che la cadenza degli incontri (uno a settimana) sia rispettata. Si sconsiglia di saltare una settimana; è preferibile in questi casi che una coppia sola salti un incontro, recuperando a casa prestando loro il DVD.

Cosa fare nel caso una coppia decidesse di interrompere il corso dopo una o più sessioni?

Succede raramente, ma è possibile. Si continua normalmente con le altre due coppie. E’ importante ricordare che il compito come coppie ospitanti non è mai di individuare o risolvere problemi di coppia, ma di essere strumento di amore attraverso gesti di accoglienza e servizio, a cominciare dalla preghiera. Il resto è affidato al Signore, nel rispetto della libertà di ognuno.

Una coppia ha chiesto di partecipare al corso ma non assicura la presenza a tutte le cene/incontri. Cosa fare?

Spiegate che è un corso importante in ogni sua parte, e che se vissuto parzialmente e non secondo la scansione prefissata, otto incontri uno ogni settimana, può risultare inefficace. Consigliate quindi di attendere per poter partecipare in pienezza ad uno dei successivi corsi che offrirete.

E' meglio pianificare le date tutte all'inizio o di volta in volta?

La cosa migliore è di fissare gli appuntamenti subito all’inizio. Questo aiuta alle coppie ad organizzare meglio i propri impegni e ad attendere con maggiore desiderio il successivo incontro. Aiuta la coppia ospitante a gestire più facilmente la preparazione delle otto cene.

Non ricordiamo se prima del pasto si può fare la preghiera?

Il The Marriage Course è un corso di evangelizzazione, che si apre anche a coppie non credenti o lontane da percorsi di fede. La preghiera ai pasti potrebbe mettere a disagio qualcuno di questi, o anche alcuni cristiani non abituati a pregare insieme prima dei pasti. Per questo le coppie ospitanti non fanno la preghiera ai pasti. Come pure fanno in modo che la condivisione a tavola tra le coppie non ricada su tematiche religiose, sulle proprie esperienze di fede, o in parrocchia.

Alle coppie ospitanti è chiesto di fare conoscere Gesù non a parole, ma a gesti d’amore. E’ questo che incide di più sui partecipanti. E’ l’amore e l’attenzione che ricevono, e non i  discorsi che si fanno. Dio Amore si fa conoscere attraverso l’amore.

Tutto questo è molto apprezzato dalle coppie partecipanti non credenti o praticanti, che dal secondo o terzo incontro in poi vengono più facilmente e più rilassate. Le coppie ospitanti si trovano invece a riscoprire passo passo un linguaggio di evangelizzazione spesso trascurato ma essenziale: il linguaggio del corpo, dell’amore.

Di cosa parlare allora a tavola?

La conversazione a tavola sia leggera, possibilmente centrata sulla relazione di coppia. Si faccia parlare le coppie partecipanti, ponendo domande come: da dove venite, che lavoro fate, come avete conosciuto il The Marriage Course, cosa sapete del corso, quando vi siete sposati, come vi siete conosciuti.

È possibile invitare ospiti ad un TMC?

Si, è possibile, ma solo nel caso di responsabili di gruppi interessati a conoscere l’iniziativa per promuoverla e proporla nella propria comunità. Ad esempio: sacerdoti, parroci, religiose, responsabili di comunità, movimenti o gruppi religiosi, di uffici pastorali, ecc. Non è invece possibile invitare persone o coppie perché curiose o semplicemente per far visionare il corso in vista di una loro possibile partecipazione futura.

La presenza dell’ospite deve essere tale da non perturbare il percorso delle coppie partecipanti. In particolare, l’ospite partecipa alla cena con tutti, rimanendo il più possibile “osservatore” e “non protagonista”, e assiste al dopo cena in disparte senza mai intervenire.

Quattro cose da ricordare:

  1. l’invito deve sempre riguardare un solo ospite o tutt’al più una sola coppia ospite;
  2. l’invito deve essere sempre concordato con la segreteria del TMC con almeno una settimana di anticipo;
  3. la partecipazione dell’ospite deve avvenire rigorosamente nella serata n. 4 (in via eccezionale nella serata n. 3 o nella n. 5);
  4. nel caso l’invito riguardi giornalisti o vescovi, contattare direttamente la segreteria del TMC per ricevere ulteriori informazioni.

Hai nuove domande?

Scrivi a piusposi@gmail.com. Pubblicheremo la risposta in questa pagina. Grazie.

Copyright ©2019 Fondazione Famiglia Dono Grande. Tutti i diritti riservati.